Regione Umbria

La chiesa di Santa Maria della Pietà

Ultima modifica 17 febbraio 2020

Fu costruita nel 1486, con il contributo di Bartolomeo di Nello Burelli di Fratta.

L'ingresso della chiesa e del conventoPosta su una piccola altura detta del Mercatale, appena fuori dal Borgo superiore di Fratta e lungo la strada per Montone, la chiesa di Santa Maria della Pietà venne eretta attorno al 1486 su sollecitazione del Papa Sisto IV, francescano dell’ordine dei Frati Minori Osservanti, con l’intento di controbilanciare la presenza dei Conventuali cui era stata affidata la custodia della Chiesa di San Francesco, nel Borgo inferiore. A contribuire alla costruzione della chiesa fu Bartolomeo di Nello Burelli, mentre l’annesso convento fu costruito grazie alla partecipazione di tutta la cittadinanza, che continuò ad offrire la sua concreta solidarietà ai Frati Minori dando incarico al pittore perugino Bernardino di Betto, di dipingere l’Incoronazione della Vergine. Il Pintoricchio, pittore già ampiamente affermato per aver eseguito vari affreschi in Vaticano, consegnò l’opera nell’anno 1502, provvedendo nello stesso tempo all’esecuzione dell’affresco sulla lunetta del portale d’ingresso della chiesa, che rappresenta la Madonna tra due Angeli; opera questa attribuita da alcuni al suo allievo Giovanni Battista Caporali, che fortunatamente è ancora al suo posto, a differenza dell’Incoronazione della Vergine che, requisita dai francesi, e destinata ad arricchire il già pingue bottino destinato al Louvre, fu invece acquistata dal Vaticano che versò il prezzo convenuto ai poco avveduti frati ed ora orna ormai da tempo lo studio privato del Papa. La chiesa e l’annesso convento sono stati di recente completamente restaurati.

* * *

The church of Santa Maria della Pietà
Located on a little hill called “del Mercatale”, just outside Fratta’s upper Borgo (hamlet) and along the road leading to Montone, the church of St. Mary of Mercy was erected around 1486 at the behest of Pope Sixtus IV, Franciscan of the order of the Friars Minor Observant, aiming to counterbalance the presence of the Order of Friars Minor Conventual, who had been entrusted with the custody of the Church of St. Francis in the lower Borgo. Bartolomeo di Nello Burelli contributed to the construction of the church, while the annexed convent was built thanks to the contribution by the whole citizenry, that continued to offer the solidarity to the Friars Minor, also by commissioning the painting of the Crowning of the Virgin to the Perugian Bernardino di Betto. The already eminent artist, also known as Pintoricchio, who had fashioned several frescoes in the Vatican, completed the work in 1502 and simultaneously painted the fresco on lunette on the church’s main portal, namely a Madonna between two Angels, although some experts ascribe this work to his disciple Giovanni Battista Caporali. The latter work is still on the church’s façade, while the Crowning of the Virgin, which was requisitioned by the French to enhance the Louvre’s rich booty, was eventually bought by the Holy Seat that paid the prize agreed with some, certainly not shrewd, friars and today it still decorates the Pope’s private study. The church and the annexed convent have been recently restored.


SERVIZIO DI "GENTE" - Dicembre 2000

Incoronazione della Vergine in Vaticano (1.465kB - PDF)

La lunetta del Pinturicchio

La Lunetta del Pinturicchio

L'interno della chiesa

Interno Chiesa