Regione Umbria

Il Tevere

Ultima modifica 15 gennaio 2020

La storia di Fratta prima ed Umbertide poi è sempre stata strettamente legata al suo fiume, il Tevere.

La sua presenza è stata sempre utile, fertile, viva ma allo stesso tempo minacciosa. Ha scandito e regolato per secoli le attività e l'organizzazione delle comunità insediate lungo il suo corso.

Del resto, il Tevere è sempre stato un elemento che ha fortemente caratterizzato la nostra vallata, costituendo un punto di riferimento per gli insediamenti e una sorta di baricentro per l'agricoltura e altre attività economiche.

Questa sua centralità non è però soltanto fisica ma anche culturale in senso lato, forse per quel fascino di storia millenaria che il suo nome riesce ad evocare nell'immaginario collettivo, forse per l'attrazione unita ad un certo timore reverenziale che un corso d'acqua genera in chi l'osserva o gli vive accanto. Anche per gli umbertidesi, quindi, il Tevere ha sempre avuto una importanza determinante, basti pensare all'origine del soprannome "ranocchiari", o allo stemma cittadino che riporta tre torri su un ponte a tre arcate sopra il fiume.

Simbolo di Umbertide

I pesci del Tevere in Pdf (Disegni di Adriano Bottaccioli)

Immagini del Tevere in Pdf (Acquerelli di Adriano Bottaccioli)