Regione Umbria

Da Umbertide l'itinerario delle botteghe figuline

Ultima modifica 15 gennaio 2020

From Umbertide the itinerary of historical ceramic

L'argilla raccolta sulle sponde del Tevere si è trasformata da materia utile a nobile. La tradizione della lavorazione ceramica non si è mai interrotta dai tempi dell'antica Fratta alla moderna Umbertide dove, tra il 1927 e il 1928, nell'azienda “Ceramiche artistiche Rometti” si mise a punto uno splendido smalto nero cangiante nato, dicono, da un errore nella consueta preparazione del colore. Il grande pittore e scultore Corrado Cagli che qui lavorava, rimase colpito dalla bellezza di questo nuovo nero e volle utilizzarlo per realizzare alcune sue opere di scultura. Ancora oggi nella storica fabbrica Rometti-Monini si lavora quello che verrà chiamato il Nero Fratta.

Tornando indietro nel tempo si viaggi fino a Gubbio, Gualdo, Deruta ed Orvieto, laddove fin dal Medio Evo ed addirittura dall'epoca etrusca si è sviluppata l'arte della ceramica decorata, splendidi esempi antichi si vedono ancora nelle loro ricche collezioni museali, senza però rinunciare all'innovazione nella ricerca di nuove forme e disegni.

* * *

In Umbertide the tradition of working ceramic is still alive. Between 1927 and 1928 the factory “Ceramiche Artistiche Rometti” became very famous for a color born from a mistake of the preparation which gave to black a special iridescent glaze. The name of the new pigment was Nero Fratta and still today they produce pieces recalling the style of the original age. Also in Gubbio, Gualdo, Deruta and Orvieto the culture of ceramic is well rooted even from the age of the Etruscans, splendid decorated pieces must be seen in their rich museum collections.