Regione Umbria

Modalità di accesso alla residenza protetta “G. Balducci”

Pubblicato il 6 marzo 2020 • Emergenza

In virtù del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 la direzione sanitaria della residenza protetta “G. Balducci” ha adottato le seguenti misure in relazione alle modalità di accesso dei visitatori alla struttura.

La porta di accesso rimarrà sempre chiusa mantenendo comunque gli stessi orari di accesso.

Qualsiasi visitatore, prima di accedere alla struttura, dovrà suonare l'apposito campanello e attendere l'arrivo del personale infermieristico in servizio.

Il personale infermieristico in servizio avrà l'obbligo di valutare l'eventuale presenza di sintomi respiratori (tosse, raffreddore, abbassamento del tono della voce) e di monitorare la temperatura corporea.

In presenza di sintomi respiratori e/o febbre verrà categoricamente vietato l'ingresso al visitatore.

Prima dell'ingresso il visitatore dovrà obbligatoriamente lavarsi le mani con l'apposito dispenser.

La visita del paziente potrà essere effettuata da un singolo visitatore alla volta.

I pazienti non allettati (pazienti che si spostano mediante carrozzina o deambulatore) non dovranno essere visitati nelle proprie camere ma, in assenza di altri pazienti, nella stanza adiacente l'ingresso della struttura o, se occupata, nella stanza adibita ad animazione.